AGGIORNA PAGINA

Sala Trading

Per un pugno di TICKS

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » mar 14 feb 2017, 22:21

Immagine

Immagine
Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » gio 9 feb 2017, 19:31

dovremmo esserci , oppure manca un altro tocco sulla trend iferiore e poi sulla superiore


Immagine

Immagine

Immagine
Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » sab 4 feb 2017, 13:36



sull sp500 la similtudine di questo trend novembre -gennaio con l’andamento di luglio – agosto e’ impressionante , come allora il trend e’ molto forte con gli indicatori in divergenza , come allora anche adesso dovrebbe essere una fase distribuitiva…. quindi adesso se la similtudine dovesse continuare ci dovrebbero essere almeno un paio di mesi di trend laterale ribassista, con una correzzione che potrebbe estendersi fino al -5%
Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » sab 4 feb 2017, 13:34

Riky ha scritto:Ciao Masku,
ieri venerdi 4 febbraio chiusura positiva per l’indice che ha registrato un massimo superiore alla seduta precedente,questo potrebbe confermare la volontà di prosecuzione del rialzo.Sul cash abbiamo impattato sulla prima resistenza a 19160,vediamo se nella settimana a venire avrà la forza per andare a ritestare il secondo ostacolo a 19800 circa,massimo dal quale era partito l’ultimo movimento al ribasso.Nel caso non dovesse superare questa resistenza possiamo afffermare che trattasi di ritracciamento dell’ultimo downtrend,viceversa,riprenderebbe il corposo trend rialzista.



ciao riky , si il trend sembra forte sul settimanale ha disegnato un hammer , sui 18450 si e' formato un forte supporto un avvicinamento a quest'ultimo livello l'indice e' da acquistare con stop a 18450
Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Riky » sab 4 feb 2017, 11:08

Ieri buona performance di Intesa dopo la pubblicazione dei conti,tra l’altro sul giornaliero gli oscillatori stocastico e rsi si stanno girando,possibile premessa di inizio di fase positiva.Tra l’altro ricordo che Intesa ha due gap aperti e precisamente a 2,376 e 2,448.
Avatar utente
Riky
 
Messaggi: 3106
Iscritto il: ven 23 gen 2015, 1:29
Località: Torino

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Riky » sab 4 feb 2017, 11:06

Ciao Masku,
ieri venerdi 4 febbraio chiusura positiva per l’indice che ha registrato un massimo superiore alla seduta precedente,questo potrebbe confermare la volontà di prosecuzione del rialzo.Sul cash abbiamo impattato sulla prima resistenza a 19160,vediamo se nella settimana a venire avrà la forza per andare a ritestare il secondo ostacolo a 19800 circa,massimo dal quale era partito l’ultimo movimento al ribasso.Nel caso non dovesse superare questa resistenza possiamo afffermare che trattasi di ritracciamento dell’ultimo downtrend,viceversa,riprenderebbe il corposo trend rialzista.
Avatar utente
Riky
 
Messaggi: 3106
Iscritto il: ven 23 gen 2015, 1:29
Località: Torino

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » mar 31 gen 2017, 23:38

Immagine

In onda 5 si formano alcune volte questi triangoli diagonali, con i lati inclinati entrambi verso il trend , preannunciano la fine del trend , confermata in questi casi da divergenze su grafici di oscillatori.
Questi "cunei", "wedge", sono formati da 5 onde di tre onde ciascuna.

Alcune volte il massimo di onda 5 non riesce ad oltrepassare il massimo di onda 3.
Si tratta della tipica "Failure", ma sono eccezioni, eccezione in questo caso che indica al contrario dell'estensione, forte debolezza del trend .

Immagine
Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » mar 31 gen 2017, 14:44

Immagine

Immagine

Definizione
La formazione si forma quando il mercato è guidato da un trend rialzista ed è composto da tre candele bianche consecutive, ciascuna con chiusura superiore rispetto alla precedente.
Criteri di riconoscimento
1. Il trend del mercato è rialzista.
2. Il primo giorno si osserva una candela bianca.
3. Il secondo giorno si ha una candela bianca con l’apertura compresa nella gamma del corpo precedente e chiusura al di sopra di quella precedente.
4. L’ultimo giorno si osserva una corta candela bianca, una trottola o una Doji.
Requisiti Speciali e Flessibilità
Le due candele iniziali del Blocco di Deliberazione Ribassista non devono essere corte. L’apertura del secondo giorno deve essere nei pressi o su prezzo di chiusura del primo giorno, mentre la sua chiusura deve essere nei pressi o al di sopra del prezzo di chiusura del primo giorno. L’ultimo elemento avente un gap verso l’alto può essere una corta candela bianca o una Doji.
Comportamento dell’Investitore
Le due candele consecutive supportano il trend rialzista del mercato e la situazione sembra essere a favore dei tori. Il forte trend rialzista attira anche gli altri tori e il terzo giorno si forma una candela con chiusura superiore a quella del giorno prima. Essendo una giornata bianca anche la terza, rassicura ancora di più i tori che credono nella continuazione del trend rialzista, ma un’osservazione più attenta basta per vedere che il trend al rialzo emette segnali d’indebolimento, perché ogni giorno i corpi si fanno più piccoli e il terzo giorno ha avuto un’apertura con un gap al rialzo formando una stella. Tutto questo è il segno di un’indecisione.
Livelli di Conferma/Stop loss
Il livello di conferma è definito come il punto medio tra l’ultimo prezzo di chiusura e il livello superiore del corpo della seconda giornata. Per la conferma della formazione è necessaria una deviazione verso giù dei prezzi .

Il livello di Stop loss è definito come il maggiore tra i prezzi più alti delle ultime due giornate. Se, dopo l’emissione di segnale ribassista, i prezzi vanno su anziché andare giù prima che sia stata rilevata una formazione rialzista e se chiudono al di sopra del livello di Stop loss, o se si verificano massimi consecutivi superiori a questo livello, s’innesca lo stop loss.
Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » lun 30 gen 2017, 23:48

Immagine
Dopo la formazione di un exhaustion gap i prezzi tendono a formare un’isola prima della formazione di un ulteriore gap di verso opposto all’exhaustion gap. Viene completata in questo modo l’island reversal che ha una forte valenza ed indica un’inversione del trend.in questo caso abbiamo Island Cluster Reversal Pattern
Un forte segnale è dato dall’Island Cluster Reversal dove l’isola è formata da più barre, a differenza dell’Island Reversal, la cui isola è formata da una barra sola.

Immagine
Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » dom 29 gen 2017, 13:41

Riky ha scritto:Buongiorno a tutti,
ciao Masku,vi chiedo scusa mi sono preso alcune settimane di pausa totale da borsa e lavoro,ho riflettuto in questo tempo e mi sono accorto che stavo "correndo" troppo,insomma devo e voglio prendermela più con calma questa vita soprattutto perchè alla fine a rimetterci è sempre la salute.Ci si aggiorna nei prossimi giorni,buon fine settimana.Un sincero abbraccio,grazie.


ciao riky , si hai ragione, un abbraccio , buon fine settimana anche a te
Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Riky » sab 28 gen 2017, 11:18

Buongiorno a tutti,
ciao Masku,vi chiedo scusa mi sono preso alcune settimane di pausa totale da borsa e lavoro,ho riflettuto in questo tempo e mi sono accorto che stavo "correndo" troppo,insomma devo e voglio prendermela più con calma questa vita soprattutto perchè alla fine a rimetterci è sempre la salute.Ci si aggiorna nei prossimi giorni,buon fine settimana.Un sincero abbraccio,grazie.
Avatar utente
Riky
 
Messaggi: 3106
Iscritto il: ven 23 gen 2015, 1:29
Località: Torino

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » sab 21 gen 2017, 17:41

trump parla di protezionismo .... mha"!!!!!!

Il protezionismo nel periodo tra le due guerre



MILESTONES: 1921-1936
introduzione
Nel decennio dopo la fine della prima guerra mondiale, gli Stati Uniti hanno continuato ad abbracciare le alte tariffe che avevano caratterizzato la sua politica commerciale dopo la guerra civile. Queste sono state emanate, in parte, per placare circoscrizioni nazionali, ma alla fine servivano ad ostacolare la cooperazione economica internazionale e commercio alla fine del 1920 e primi anni 1930.

Tariffe elevate erano un mezzo non solo di proteggere industrie nascenti, ma di generare entrate per il governo federale. Erano anche un pilastro del partito repubblicano, che ha dominato la scena politica di Washington dopo la guerra civile. Dopo i democratici, che hanno sostenuto un commercio più libero, catturato il Congresso e la Casa Bianca nelle elezioni del 1910 e il 1912, la scena era pronta per un cambiamento nella politica tariffaria. Con la Underwood-Simmons tariffa 1913, gli Stati Uniti ha rotto con la sua tradizione di protezionismo, mettendo in atto una legislazione che ha abbassato le tariffe (e anche istituito una tassa sul reddito). La reversione del Congresso per il controllo repubblicano durante la prima guerra mondiale e del 1920 elezione del repubblicano Warren Harding alla presidenza ha segnato la fine all'esperimento con tariffe più basse. Per fornire una protezione per gli agricoltori americani, il cui tempo di guerra i mercati in Europa stavano scomparendo con la ripresa della produzione agricola europea, così come le industrie americane che erano state stimolate dalla guerra, il Congresso ha approvato la temporanea Act tariffa di emergenza nel 1921, seguito un anno dopo da il Fordney-McCumber Tariff Act del 1922. la tariffa legge Fordney-McCumber sollevato tariffe al di sopra del livello impostato nel 1913; ma ha anche autorizzato il presidente per alzare o abbassare un dato tariffario del 50% al fine di uniformare i costi di produzione nazionali ed esteri. Una conseguenza non voluta della tariffa Fordney-McCumber era che ha reso più difficile per le nazioni europee per l'esportazione verso gli Stati Uniti e così guadagnare dollari di servire i loro debiti di guerra.La Legge di tariffa Smoot-HawleyNonostante la tariffa Fordney-McCumber, la situazione del contadino americano ha continuato. L'espansione del tempo di guerra della produzione agricola non europea aveva portato, con il recupero di produttori europei, alla sovrapproduzione nel corso del 1920. Questo a sua volta ha portato a diminuzione dei prezzi agricoli nel corso della seconda metà del decennio. Durante la campagna elettorale 1928, candidato presidenziale repubblicano Herbert Hoover ha promesso di aiutare l'agricoltore assediato da, tra le altre cose, l'aumento dei livelli tariffari per i prodotti agricoli. Ma una volta che il processo di revisione tariffario è cominciato, non è stato possibile fermare. Chiede una maggiore protezione allagate in da parte del settore industriale speciali gruppi di interesse e presto un progetto di legge destinato a fornire sollievo per gli agricoltori è diventato un mezzo per aumentare le tariffe in tutti i settori dell'economia. Quando la polvere si erano stabiliti, il Congresso aveva prodotto un atto legislativo, la legge tariffa del 1930, più comunemente conosciuta come la tariffa Smoot-Hawley, che trincerati il ​​protezionismo della tariffa Fordney-McCumber.Gli studiosi non sono d'accordo sulla portata della protezione realmente offerto dalla tariffa Smoot-Hawley; essi differiscono anche sulla questione del se la tariffa provocato un'ondata di ritorsioni estera, che ha immerso il mondo più in profondità della Grande Depressione. Quello che è certo, tuttavia, è che Smoot-Hawley non ha fatto nulla per favorire la cooperazione tra le nazioni in entrambi sfera economica e politica nel corso di un periodo pericolosa nelle relazioni internazionali. E 'diventata rapidamente un simbolo delle politiche di "beggar-thy-neighbor" del 1930. Tali politiche, che sono stati adottati da molti paesi durante questo periodo, hanno contribuito ad una drastica contrazione del commercio internazionale. Ad esempio, le importazioni statunitensiQuesto messaggio è stato modificatodall'Europa sono diminuite da un 1929 alto di $ 1.334 milioni di euro ad appena $ 390.000.000 nel 1932, mentre le esportazioni americane verso l'Europa è sceso da $ 2.341 milioni nel 1929 a $ 784.000.000 nel 1932. Nel complesso, il commercio mondiale è diminuita di circa il 66% tra il 1929 e il 1934.Smoot-Hawley ha segnato la fine della linea per tariffe elevate nella politica commerciale americana del 20 ° secolo. Successivamente, a partire da accordi reciproci Trade Act 1934, gli Stati Uniti in generale ha cercato la liberalizzazione del commercio attraverso riduzioni tariffarie bilaterali o multilaterali. Fino ad oggi, la frase "Smoot-Hawley" rimane una parola d'ordine per i pericoli del protezionismo.
Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » mer 18 gen 2017, 18:11

Tra il DIRE e il FARE. Market sentiment eccellente, ma i gestori stanno vendendo equity.
Scritto il 18 gennaio 2017 alle 12:00 da Danilo DT

Spero sia chiaro a tutti quanto sia determinante quel personaggio che prenderà possesso della Casa Bianca nei prossimi giorni. Dalla sua politica e dalle sue intenzioni, e soprattutto da quanto verrà confermato e/o smentito di quanto detto in campagna elettorale, potrebbe dipendere innanzitutto il sentiment dei mercati nel breve/medio, e poi ovviamente ci saranno delle ripercussioni non solo sull’economia USA. Ma di questo ho parlato già copiosamente in altri post oltre che nell’OUTLOOK che potete ricevere anche voi, cliccate qui per avere informazioni.
Quindi massima allerta ai prossimi giorni. Intanto però in ogni dove girano tante parole che, ammettiamolo, sono molto relative in quanto, come detto, la politica farà la differenza.
In questa giungla di informazioni, dove il rischio di cadere nella DISINFORMAZIONE diventa reale, non è sempre facile trovare qualcosa di “sfizioso” da proporre ai lettori. Sfizioso, ma sempre documentato, credibile e non farlocco, sia ben chiaro.
Un amico mi segnala quest’analisi di Oppenheim che considero decisamente interessante in quanto ci mette in luce una strana anomalia. Tutti positivi, tutti con il ditino sul pulsante BUY ma
poi…qualcosa non torna.
Andiamo con ordine.
Gli indicatori di market sentiment, come detto, sono ai massimi da gennaio 2014. Questo potrebbe anche essere visto come un elemento da sfruttare in chiave contrarian. Ma occhio a fare i temerari, i mercati possono regalare sorprese che neanche puoi immaginare.



Poi però ecco la conferma di quanto già detto nei giorni scorsi.
Per esempio, ICI (Investment Company Institute) ha stimato nella settimana appena passata un deflusso $ 2B netti da ETF azionari nazionali e fondi comuni di investimento, dopo gli acquisti che avevo già segnalato QUI. Quindi, tanto per intenderci, risulterebbe che si DICE che tutti comprano e tutti sono iperpositivi, ma poi…come mai ci sono questi deflussi?



Non sto dicendo che i gestori ci stanno fregando. Probabilmente mantengono una forte positività ma ciò malgrado, si aspettano nel breve un po’ di correzione. Magari proprio in concomitanza con l’insediamento di Trump alla casa bianca.
Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » sab 14 gen 2017, 13:46

DAX
Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

Re: Sala Trading

Messaggio da leggereda Masku » gio 12 gen 2017, 12:29

Avatar utente
Masku
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: mar 3 dic 2013, 1:44
Località: Agrigento

PrecedenteProssimo

Torna a SCALPING

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


cron